Paure sul maladaptive daydreaming

Andare in basso

Paure sul maladaptive daydreaming

Messaggio Da Marygold il Sab Ago 12, 2017 10:18 pm

Ciao a tutti.
Volevo condividere con voi i miei pensieri e preoccupazioni riguardo questo tema.
Fin da quando ero piccola fantasticavo molto, mi inventavo storie basate su film e serie tv dove la protagonista aveva un aspetto simile al mio.
Parlando con una psicologa, mi è stato suggerito di trasformare queste fantasie in qualcosa di concreto come una storia scritta, dei disegni o un corso di teatro. Per certi versi devo dire che funziona perché una volta su carta tendo a non immaginare più le scene che ho scritto.
Tuttavia ci sono volte in cui non posso farne a meno e, pur non passando giornate intere a fantasticare, mi rendevo conto di sprecare troppo tempo. Ci ho messo buona volontà e ho ridotto drasticamente i momenti di immaginazione. Un mese fa ho scoperto l'esistenza del maladaptive daydreaming e sono rimasta particolarmente scossa. Vedere scritto nero su bianco che la mia era una vera e propria dipendenza e che poteva diventare molto peggio mi ha turbata molto.
Così ho deciso di impegnarmi ancora di più e ora sono circa due settimane che proprio non immagino. Ma mi resta la paura di ricascarci, di non saperla gestire.
Ho sempre considerato questo problema come un campanello d'allarme quando la mia vita diventava troppo monotona. Al momento sto evitando di guardare film che possano scatenarmi la fantasia. Anche se cerco di colorare maggiormente la mia vita, la paura rimane sempre. Voi come vi rapportate con la paura?
Altro quesito: dopo aver fantasticato o nel mentre vi siete mai sentiti come se non riusciste a capire se appartenete al mondo reale o immaginario?
Grazie in anticipo per le risposte

Marygold

Messaggi : 1
Data d'iscrizione : 12.08.17

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Paure sul maladaptive daydreaming

Messaggio Da fantastico il Gio Ago 17, 2017 12:01 pm

ciao, io non ho paura del maladaptive, ma me ne voglio disfare perchè è SBAGLIATO.
La psicologia è secondo me del tutto inadeguata ad offrire soluzioni, dal momento che noi non fantastichiamo per delle cause psicologiche, ma perchè evidentemente c'è qualche disfunzione nel nostro cervello che ci genera questa capacità di immersione nel pensiero, che utilizziamo per sfogare tanti bisogni.
Il fatto che ti ha detto la psicologa è per me una gigantesca castroneria, dovuta alla sua ignoranza in materia.

Capita anche a te di parlare da sola, non so, immaginando di dialogare con qualche persona? conduci una vita isolata?

fantastico

Messaggi : 3
Data d'iscrizione : 24.06.17

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Paure sul maladaptive daydreaming

Messaggio Da Costolina il Mar Ago 22, 2017 2:26 am

Ciao Marygold,
come te, quando ho scoperto che in campo medico si iniziava a studiare questa dipendenza nei confronti delle fantasie, e che addirittura le si fosse attribuito un nome, ho vissuto dei momenti di pura angoscia. Anch'io ai tempi (sono passati già circa 6 anni da quando per la prima volta ho trovato on line degli articoli sul MD) mi sono disperata leggendo delle esperienze condivise su blog americani, sconvolta dal fatto che ci fossero anche persone over 40 che non erano mai riuscite a smettere di immaginare, e che, raccontavano, avevano visto la loro vita consumarsi nell'insoddisfazione. Quindi feci quei vari tentativi di smettere, a volte riuscivo per qualche periodo, poi però ho sempre ripreso.
Un'altra tattica che anch'io ho adottato è stata quella di smettere di guardare la tv, in quanto film e telefilm rappresentano un potentissimo trigger. Nemmeno questo ha fatto cessare le fantasie, ma ero talmente convinta che fosse la finzione dei film a generare in me la necessità di immaginare una vita differente, che ho trasformato la tv nel mio demone. Tutt'ora non riesco a guardarla se non in compagnia; difatti se ami cinema e serie tv, io ti consiglierei di non privartene del tutto. Perlomeno, nel mio caso, non avevo/ho affatto bisogno di un trigger esterno per avviare una fantasia.

Parlando proprio di quella paura che stai adesso sperimentando tu, è terribile, lo so. Penso sia abbastanza difficile impedirle di interferire con la vita reale.
Io non sono d'accordo con chi parla del Maladaptive Daydreaming in termini assolutamente pessimistici. Secondo me è parte integrante della nostra personalità, diventa maladaptive nel momento in cui lo vediamo come una malattia inguaribile, cosa che non è.
Questa paura di ricadere nel vizio probabilmente invece genera un malessere ben più marcato del daydreaming di per sè. Quindi magari (sono sempre consigli da veterana Smile ), non essere troppo severa con te stessa se per caso cedi al desiderio di fantasticare per un po'. Nel tempo ho capito che meno lo considero un problema e meno esso interferisce con la vita reale.

Per rispondere invece alla tua ultima domanda, ho sempre avuto ben chiara la differenza tra mondo reale ed immaginazione, mai alcun dubbio in merito. Non è lo stesso per te?

Invece vorrei chiederti esattamente a cosa ti sei dedicata nel momento in cui hai seguito il consiglio di trasferire sul concreto, in ambito artistico, la tua immaginazione? E con che risultati (parlo ovviamente in termini di gratificazione personale)?
avatar
Costolina

Messaggi : 10
Data d'iscrizione : 28.05.17
Località : Catania

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Paure sul maladaptive daydreaming

Messaggio Da Costolina il Mar Ago 22, 2017 2:39 am

fantastico ha scritto:ciao, io non ho paura del maladaptive, ma me ne voglio disfare perchè è SBAGLIATO.
La psicologia è secondo me del tutto inadeguata ad offrire soluzioni, dal momento che noi non fantastichiamo per delle cause psicologiche, ma perchè evidentemente c'è qualche disfunzione nel nostro cervello che ci genera questa capacità di immersione nel pensiero, che utilizziamo per sfogare tanti bisogni.
Il fatto che ti ha detto la psicologa è per me una gigantesca castroneria, dovuta alla sua ignoranza in materia.

Capita anche a te di parlare da sola, non so, immaginando di dialogare con qualche persona? conduci una vita isolata?

Ciao Fantastico,
mi ritrovo abbastanza in disaccordo su quanto hai scritto. Ti do ragione nel dire che la maggior parte, anzi quasi tutti, gli psicologi/psicoterapeuti sono del tutto a sconoscenza di questo disturbo e quindi incapaci di affrontarlo in maniera adeguata. Per quanto riguarda le cause, ancora ci vorranno diversi anni prima di poter dimostrare qualcosa sul piano scientifico, quindi si va per lo più per supposizioni. Al momento comunque si ritiene più probabile che la componente psico-sociale (soprattutto le esperienze familiari) e la personalità del soggetto siano i fattori più determinanti nell'insorgenza del MD. Poi ciò non esclude che possa correlarsi anche ad una qualche peculiarità fisica del sistema nervoso, ma è davvero improbabile che vi si potrà trovare una vera e propria causa.
Il parlare da soli a voce alta in genere non rientra nel quadro del maladaptive daydreaming.
Cosa intendi esattamente quando parli di condurre una vita isolata?
avatar
Costolina

Messaggi : 10
Data d'iscrizione : 28.05.17
Località : Catania

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Paure sul maladaptive daydreaming

Messaggio Da Admin.Valeria il Mer Ago 23, 2017 10:35 pm

E' vero Costolina, fin'ora dagli studi emerge sempre una correlazione con l'ambiente, sicuramente non si tratta di un disturbo dalle origini biologiche.

Per quanto riguarda la paura, io non l'ho mai provata, più che altro ho provato colpa. Colpa per trascurare quello che dovevo fare, colpa nei confronti delle persone vere. Sinceramente ho provato un enorme sollievo a scoprire che questa cosa aveva un nome e in molti la vivevano, il peso di tutto questo si è alleggerito notevolmente. Non ero più così colpevole, non era colpa mia.

Credo imporsi di ridurre i sogni sia positivo in quanto permette di non trascurare ciò che si deve fare, ma nel lungo termine non so se è la soluzione giusta. Io credo che l'elemento da guarire non sia il sogno, ma la realtà. Intervenendo sulla propria vita in qualche modo i sogni stessi diventano meno "necessari" e si riducono da soli.
Per Marygold: la tua paura di ricaderci è comprensibile, ma, credimi, non colpevolizzarti se ti succede! Non è colpa tua. Ridurre i sogni e tenerli sotto controllo è già un ottimo traguardo, non dobbiamo pretendere in modo eccessivo da noi stessi! flower


Per quanto riguarda il secondo quesito, a me sì, è capitato spesso di uscire dal sogno e sentire come se non appartenessi al mondo reale, come se fossi un fantasma che girava per casa. A me è capitato persino molte volte, nella mia fase più critica, di non riuscire a ricordare se una frase appena detta l'avevo davvero pronunciata o solo immaginata, anche di fronte ad altre persone.
Uscita dal sogno tutto aveva il sapore di un'illusione pesante e provavo un senso di allucinazione. Anche da bambina mi interrogavo sul fatto se la realtà fosse vera e come facessi ad esserne sicura, come potessi sapere che tutto non fosse un sogno notturno o una fantasia, che il mio corpo non fosse in realtà da un'altra parte.





_________________
Valeria Franco

www.maladaptivedaydreamingitalia.com
avatar
Admin.Valeria
Admin

Messaggi : 41
Data d'iscrizione : 19.03.17
Età : 32
Località : Arzignano (Vicenza)

Visualizza il profilo http://www.maladaptivedaydreamingitalia.com

Torna in alto Andare in basso

Re: Paure sul maladaptive daydreaming

Messaggio Da Lunaxel il Gio Nov 16, 2017 7:28 pm

Due settimane che non immagini? Ma come hai fatto???? Io una giornata intera senza non sono mai riuscita ad averla in tutta la mia vita! affraid

Lunaxel

Messaggi : 27
Data d'iscrizione : 12.11.17
Località : Piemonte

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Paure sul maladaptive daydreaming

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Torna in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum